La Corsa dei Ceri




Il 15 di Maggio a Gubbio ha luogo uno dei festival popolari più antichi d’Italia, che si perpetua ininterrottamente dal 1160 in onore di Sant’Ubaldo patrono della città. Il valore di questa festa si riflette anche nel fatto che da tempo i ceri sono l’emblema della Regione Umbria.

I Ceri sono tre macchine di legno composte da due prismi ottagonali posti uno sopra l’altro, alla cui sommità vengono collocate le statue dei tre Santi protettori delle principali corporazioni di mestieri eugubine: Sant’Ubaldo per i costruttori, San Giorgio per i commercianti e Sant’Antonio Abate per i contadini. Il peso di ogni cero si aggira intorno ai 300 kg.

Durante tutto l’anno i ceri sono custoditi all’interno della Basilica di Sant’Ubaldo costruita sulla sommità del monte Ingino, mentre le statue dei Santi sono conservate all’interno della piccola chiesa di San Francesco della Pace.  Poco prima della corsa i Ceri vengono portati in città ed a mezzogiorno del 15 di maggio, fissati su delle speciali strutture chiamate “barelle”, vengono portati in processione per Gubbio sorretti sulle spalle da gruppi di ceraioli che si susseguono nel duro compito. I Ceraioli sono divisi in tre differenti fazioni e sono vestiti secondo il Santo di riferimento in Giallo, nero o azzurro. Alle sei del pomeriggio in Piazza Grande inizia finalmente la folle corsa che condurrà i Ceri su per la montagna fino a raggiungere la Basilica di Sant’Ubaldo.  Nei giorni successivi vengono organizzate a Gubbio altre due corse, quella dei ceri Mezzani per gli adolescenti (la penultima domenica di Maggio) e quella dei Ceri Piccoli per i bambini (il 2 di Giugno) in cui vengono impiegate delle macchine più piccole. L’evento richiama ogni anno l’attenzione dei media nazionali e migliaia di spettatori.

Il Programma della Festa

Ore 5,00: i tamburini percorrono le vie della citta’ per  svegliare i protagonisti della corsa: i Capitani  e i Capodieci
Ore 6,15: i rintocchi del Campanone del Palazzo dei Consoli svegliano l'intera città.
Ore 6,30: cerimonia al Cimitero in memoria dei ceraioli defunti.
Ore 7,30: santa messa presso la chiesa di San Francesco della Pace
Ore 8,30: ha inizio il corteo che accompagna le statue dei tre Santi verso il Palazzo dei Consoli.
Ore 9.30: Raduno dei Ceraioli a Borgo Santa Lucia e consegna del mazzolino di fiori.
Ore 10,00: la festa comincia a prendere corpo con la sfilata dei ceraioli che si recano in Piazza Grande;
Ore 11,30: Alzata dei Ceri e inizia la mostra per le vie della città.
Ore 18,00: il Vescovo di Gubbio benedice i ceraioli e ha inizio la folle corsa verso il monte Ingino, con una sosta prima della Porta di Sant'Ubaldo, fino alla Basilica del Santo Patrono.
Ore 20,00: Le statue dei Santi, smontate dai Ceri, vengono riportate in processione fino alla chiesa di San Francesco della Pace. I tre Ceri, invece, restano nella Basilica.

Per saperne di più: www.festadeiceri.it -  www.ceri.it